Musica & arte

Answers

N°1: Chi ha scritto l’Inno Nazionale Italiano?

  1. Mameli
  2. Bach
  3. Mogol
  4. Hendrix

Il testo fu scritto nel 1847 da un giovane studente, Goffredo Mameli, e fu adottato durante il Risorgimento e cambiato dopo l’Unità d’Italia. Quando l’Italia divenne Repubblica fu di nuovo adottato. Tecnicamente, è diventato ufficialmente l’inno nazionale italiano solo nel dicembre 2017, 170 anni dopo la sua composizione.

 

N°2: Cos’è il David di Michelangelo?

  1. Una scultura in marmo
  2. Una canzone
  3. Un film italiano
  4. Un quadro

Il David di Michelangelo è una scultura in marmo che si trova a Firenze nella Galleria dell’Accademia. Prima del 1910, il David era all’aperto in Piazza della Signoria, ma poi è stato trasferito alla Galleria dell’Accademia per evitare il suo deterioramento. Il David che vediamo attualmente in questa piazza è, infatti, una copia dell’originale.

 

N°3: Chi è Luciano Pavarotti?

  1. Un tenore italiano
  2. Un architetto italiano
  3. Un atleta italiano
  4. Un pittore italiano

Luciano Pavarotti è stato un tenore italiano, considerato tra i veri grandi protagonisti dell’opera lirica del XX secolo; capace di incantare tutti i più importanti teatri del mondo, vendendo oltre 100 milioni di copie e vincendo numerosi premi, tra cui sei Grammy Awards.

 

N°4: Chi ha dipinto la Cappella Sistina?

  1. Giotto
  2. Michelangelo
  3. Raffaello
  4. Botticelli

La Cappella Sistina si trova all’interno dei Musei Vaticani ed è la cappella privata del Papa.

È anche il luogo in cui i cardinali di tutto il mondo si riuniscono per eleggere in nuovo Papa durante il Conclave.

Il padre di questa magnifica opera d’arte è Michelangelo, ma diversi artisti del Rinascimento hanno contribuito alla sua realizzazione.

 

N°5: Quale artista italiano cantava “Nel blu dipinto di blu”?

  1. Domenico Modugno
  2. Renzo Arbore
  3. Albano
  4. Jovanotti

La canzone, più conosciuta al mondo come “Volare”, è stata scritta e cantata da Domenico Modugno, uno dei più importanti e famosi cantanti italiani del 20° secolo. Modugno è stato anche un attore e membro del Parlamento italiano per un breve periodo.

 

N°6: Dove si trova la Valle dei Templi?

  1. Sicilia
  2. Campania
  3. Toscana
  4. Lazio

La Valle dei Templi si trova ad Agrigento, nel sud della Sicilia e si estende su una vasta area di circa 1300 ettari che nel 1997 è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO. Gli imponenti templi dorici costituiscono una delle più importanti testimonianze della cultura e dell’arte greca in Italia.

 

N°7 Quale artista italiano ha dipinto “La Creazione di Adamo”?

  1. Bernini
  2. Giotto
  3. Tiziano
  4. Michelangelo

La Creazione di Adamo è uno dei più importanti capolavori del mondo. Si trova a Roma, nella Cappella Sistina in Vaticano. Michelangelo ha voluto rappresentare, con la sua arte, l’istante perfetto in cui il Creatore tocca con le dita quelle di Adamo trasferendogli il respiro della vita.

 

N°8: Qual è stata la famiglia più potente del Rinascimento italiano?

  1. La famiglia dei Medici
  2. La famiglia Cervi
  3. La famiglia De Andrè
  4. La famiglia Tomasi

I Medici erano la famiglia più potente del Rinascimento. Crearono e controllarono la più grande banca d’Europa e conquistarono anche un enorme potere politico, controllando di fatto Firenze per gran parte del Rinascimento. Inoltre, tre papi, Leone X, Clemente VII e Leone XI, provennero da questa famiglia.

 

N°9: Qual è il nome della donna dipinta nella Gioconda?

  1. Beatrice
  2. Lisa
  3. Giulia
  4. Terenzia

C’è stato un intenso dibattito sull’identità della Gioconda, ma nel 2005 Lisa del Giocondo è stata definitivamente identificata come modello del dipinto. Lisa era una nobildonna italiana, membro della famiglia Gherardini di Firenze e della Toscana, moglie del mercante fiorentino Francesco di Bartolomeo del Giocondo.

 

N°10: Per cosa è famosa Napoli?

  1. Teatro di San Carlo
  2. Teatro Massimo
  3. Teatro La Fenice
  4. Teatro della Scala

Uno dei simboli di Napoli è il suo Teatro San Carlo la cui fondazione precede il famoso Teatro alla Scala di Milano e il Teatro La Fenice di Venezia. Nel 1737 il primo re di Borbone, Carlo III divenne il promotore del progetto da cui nacque il teatro che rappresentava un chiaro segno del suo potere.

 

N°11: Quali tra questi film diretti da Roberto Benigni gli fece vincere l’Oscar?

  1. La vita è bella
  2. Non ci resta che piangere
  3. Johnny Stecchino
  4. La tigre e la neve

La vita è bella è un film drammatico italiano del 1997 diretto e interpretato da Roberto Benigni; ha vinto tre Academy Awards su sette nomination totali. Il protagonista è un ebreo allegro e giocoso che, deportato insieme alla sua famiglia in un lager nazista, cercherà di proteggere il figlio dagli orrori dell’Olocausto.

 

N°12: Come si chiamava la canzone cantata durante la Resistenza Italiana?

  1. Bella Ciao
  2. Sempre e per sempre
  3. Cyrano
  4. Futura

Bella Ciao è una canzone appartenente alla cultura antifascista italiana. La cantavano i partigiani durante la resistenza contro le forze naziste tedesche che occupavano l’Italia e durante la guerra civile italiana.

Ancora oggi rappresenta un inno alla libertà tra le varie generazioni.

 

N°13: Chi ha rappresentato Cipro all’Eurovision Song Contest con la canzone FUEGO nel 2018?

  1. Sakis Rouvas
  2. Anna Vissi
  3. Eleni Foureirra
  4. Antonis Remos

Cipro ha ottenuto il miglior risultato di sempre nell’Eurovision Song Contest con Eleni Foureira e “Fuego”, seconda in finale.

 

N°14: Chi era Michael Kasialos?

  1. Un musicista
  2. Un pittore
  3. Un attore
  4. Un architetto

Michael Kasialos era un pittore creativo. Traeva i suoi soggetti dalla vita di tutti i giorni, così come li viveva. Dipingeva gli usi e le tradizioni del suo luogo, soprattutto quelli legati al ciclo della vita: l’ornamento della sposa, la danza, la preparazione del letto, la festa nuziale, il sacramento in chiesa, la nascita e tutto ciò che ad essa collegato.

 

N°15: Quale villaggio si dice sia stato visitato da Leonardo Da Vinci?

  1. Omodos
  2. Lefkara
  3. Vavatsinia
  4. Kalopanayiotis

Nel 1481, si dice che Leonardo Da Vinci abbia visitato Lefkara e che da lì abbia portato uno dei ricami che è stato posto, poi, sulla sacra mensa del Duomo di Milano che ha adornato per anni.

 

N°16: Dove si possono trovare i disegni e i modelli più sofisticati di pizzi ciprioti?

  1. Kato Dris
  2. Omodos
  3. Vavla
  4. Lefkara

Il ricamo bianco (“lefkaritika”) era praticato ovunque sull’isola. Tuttavia, il disegno e i modelli più sofisticati sono stati introdotti a Lefkara. La lefkaritika è un tipo di artigianato che di solito viene chiamato ricamo, anche se combina sia gli elementi della lavorazione del merletto che quelli del ricamo.

 

 N°17: Quale è considerata una danza tradizionale cipriota?

  1. Zeimpekiko
  2. Danza del bicchiere (Tatsia)
  3. Danza del ventre
  4. Hasapiko

Tatsia è una danza di abilità, che combina la mano e il corpo in un movimento continuo. Il ballerino tiene in mano un setaccio: con le quattro dita principali tiene la parte superiore del perimetro interno del setaccio, mentre il pollice si trova nella parte superiore dell’esterno. Poi un assistente della ballerina (di solito una donna), o anche la ballerina stessa, mette un bicchiere di vino sul fondo del perimetro interno del setaccio. Il vino all’interno del bicchiere non deve superare il centro del bicchiere. Poi il ballerino esegue una serie di mosse con le mani che tengono il setaccio, mentre balla al ritmo. Il ballerino può mettere nel setaccio tutti i bicchieri di vino che vuole.

 

N°18: Qual è considerato uno strumento musicale tradizionale a Cipro?

  1. Pidkiavli
  2. Violi
  3. Laouto
  4. Bouzouki

Pidkiavli è il flauto Cyrpus. È il più antico strumento musicale di Cipro. Veniva costruito a mano con l’asta o con il legno. Il “pidkiavli” era di solito usato dai pastori nei campi dove suonavano alcuni “fones” o altre melodie, ma era anche usato per le improvvisazioni. Pochissimi di loro sono ancora vivi e quindi oggi si ascolta a malapena questo strumento.

 

N°19: Chi dei seguenti poeti è cipriota e la sua opera è nel Dialetto cipriota?

  1. Odissea Eliseo
  2. Dimitris Libertis
  3. Costantinos Cavafy
  4. Kiki Dimoula

Dimitris Theophani Lipertis è un poeta cipriota. Ha scritto e pubblicato alcune poesie in katharevousa, ma il corpo principale della sua opera è nel Dialetto cipriota.

 

N°20: Come si chiama la Poesia Orale Improvvisata cipriota?

  1. Tsiattista
  2. Zeimpekies
  3. Mantinades
  4. Rimes

La vivace ed estemporanea poesia orale conosciuta come Tsiattista viene spesso eseguita con l’accompagnamento del violino o del liuto in “giostre” in cui un poeta-cantante cerca di superare l’altro con astuti versi fatti di versi in rima. È stata a lungo una componente popolare delle feste di matrimonio, delle fiere e di altre celebrazioni pubbliche, dove le folle impazienti incoraggiano i poeti ad esibirsi. 

 

N°21: Dove si è sviluppata la ceramica smaltata nel XIV secolo?

  1. Karavas
  2. Lapitho
  3. Akanthou
  4. Kyrenia

L’arte della ceramica invetriata, proveniente da Bisanzio, apparve a Paphos e Lapithos nel XIV secolo d.C. A Lapithos si è conservata nel corso degli anni, mentre a Paphos è durata per un periodo inferiore a un secolo.

 

 N°22: Chi è il compositore dell’inno nazionale di Cipro?

  1. Dioniso Solomos
  2. Solon Michaelides
  3. Costantino Cavafy
  4. Giorgos Seferis

 L’Inno alla libertà è una poesia scritta da Dionysios Solomos nel 1823 che consiste di 158 strofe, che viene usata come inno nazionale della Grecia e di Cipro. È stato musicato da Nikolaos Mantzaros ed è l’inno nazionale più lungo del mondo per lunghezza di testo. 

 

N°23: Dove sono le cascate d’acqua delle Terme Adonis?

  1. Famagosta
  2. Larnaca
  3. Paphos
  4. Limassol

Sono situate a Kili Paphos. Afrodite, la Dea della Bellezza e Adone erano profondamente innamorati e avevano i loro figli a Paphos. La Dea della caccia, Artemide, d’altra parte, era invidiosa del loro amore che portava al suo desiderio di uccidere Adone. Lei cercò alcune volte di uccidere Adone affongandolo, attirando la sua attenzione mentre gettava una mandorla d’oro nelle terme e spingendo una montagna sulle terme con l’aiuto di Marte. Adone è stato sfortunato ed è stato ucciso da un uomo travestito da cinghiale mentre era a caccia. Lasciò il suo ultimo respiro tra le braccia di Afrodite non appena tornò alle terme. 

 

N°24: I membri dell’Orchestra Sinfonica di Cipro sono di…

  1. Cipro
  2. Grecia
  3. Francia
  4. Diversi paesi

 Il CySO è di per sé un simbolo vivente del multiculturalismo, poiché i suoi 41 membri provengono da 16 paesi diversi

 

N°25: Cos’era la lira dell’antica Grecia?

  1. Un flauto
  2. Una chitarra
  3. Un’ ottava
  4. Uno strumento a corda

La lira (lýra in greco) è uno strumento a corda noto per il suo uso nell’antichità classica greca e nei periodi successivi. La lira è simile in apparenza ad una piccola arpa, ma con nette differenze. Nell’antica Grecia, le recitazioni di poesie liriche erano accompagnate dal suono della lira. La lira dell’antichità classica veniva solitamente suonata strimpellando con un plettro (plettro), come una chitarra o una cetra, invece di essere pizzicata con le dita come con un’arpa. La lira era uno strumento popolare, associato al culto di Apollo; era usata per accompagnare gli altri o anche se stessi nella recitazione e nel canto ed era lo strumento di formazione convenzionale per un’educazione aristocratica.

 

N°26: Cosa significa “OPA” in greco?

  1. Canta con me
  2. “Balla con me”.
  3. È un’espressione tradizionale
  4. Si usa per il ritmo

Opa (greco: ώπα) è una comune espressione emotiva mediterranea. Si usa spesso durante le celebrazioni come i matrimoni o i balli tradizionali. Nella cultura greca, l’espressione a volte accompagna l’atto di rompere i piatti. Può anche essere usata per esprimere entusiasmo, shock o sorpresa, o subito dopo aver commesso un errore. L’Opa è usato anche in Italia e in Albania, e da alcune nazioni slave del Sud, come la Serbia, la Croazia e la Macedonia del Nord, come espressione di shock e sorpresa, o nelle loro danze popolari tradizionali.

 

N°27: Come si chiama la danza degli Zorbas?

  1. Bouzouki
  2. Hasapiko
  3. Zeibekiko
  4. Sirtaki

Sirtaki o syrtaki (greco: συρτάκι) è una danza popolare di origine greca. È una strumentale del compositore Mikis Theodorakis che venne utilizzata per il ballo, che è diventato noto come sirtaki nel film del 1964 Zorba il Greco, per il quale Theodorakis scrisse la colonna sonora e divenne famoso in tutto il mondo. Oggi è comunemente suonata e ballata nelle taverne greche.

 

N°28: Chi era la famosa greca Melina Mercouri?

  1. Un Premio Nobel
  2. Una scrittrice
  3. Una cantante lirica
  4. Un’Attrice, cantante e politica

Melina Mercouri era un’attrice, cantante e politica greca. Come attrice, Mercouri fece il suo debutto cinematografico in Stella (1955) e riscosse un successo internazionale con le sue interpretazioni in ‘Never on Sunday’ (1960, con il futuro marito Jules Dassin), ‘Phaedra’, ‘Topkapi’ e ‘Promise at Dawn’. Ha vinto il premio come migliore attrice al Festival di Cannes del 1960 (che ha condiviso con Jeanne Moreau per la sua interpretazione in Seven Days, Seven Nights). È stata nominata per un Academy Award, un Tony Award, tre Golden Globe Awards e due BAFTA. Attivista politica durante la giunta militare greca del 1967-1974, Mercouri divenne membro del Parlamento ellenico nel 1977 e divenne il primo ministro della cultura femminile della Grecia nel 1981. Nel 1983, Mercouri ha proposto il programma della Capitale Europea della Cultura, istituito dall’Unione Europea nel 1985.

 

N°29: Chi fu il padre della teoria musicale nell’antica Grecia?

  1. Pitagora
  2. Orfeo
  3. Aristisseno
  4. Mesomede

Pitagora è il Padre della Teoria della Musica. Il legame tra numeri e musica è stato osservato da Pitagora analizzando le vibrazioni di archi di varia lunghezza. Secondo la leggenda, egli scoprì la logica matematica della consonanza musicale dai pesi dei martelli usati dai fabbri; scoprì, infatti, che l’intervallo di un’ottava è radicato nel rapporto 2:1, in quello della quinta in 3:2, in quello della quarta in 4:3, e in quello dell’intero tono in 9:8. I Pitagorici applicarono questi rapporti alle lunghezze di una corda su uno strumento chiamato canone, o monocordo (una tavola con due ponti tra i quali viene tesa una corda e un terzo ponte che divide la corda in due parti), e furono così in grado di determinare matematicamente l’intonazione di un intero sistema musicale.

 

N°30: Quale soprano greco venne chiamata “La Divina”?

  1. Jenny Drivala
  2. Agnes Baltsa
  3. Sonia Theodoridou
  4. Maria Callas

Maria Callas (1923-1977) era un soprano greco di origine americana e una delle più rinomate e influenti cantanti liriche del XX secolo. Nessun’altra cantante lirica ha suscitato un tale interesse pubblico e una tale controversia come Maria Callas, “La Divina”; questo sia per la sua voce ampia e per le sue doti drammatiche, ma anche per la sua bellezza e storia d’amore con il miliardario greco Aristotele Onassis. Nel repertorio di Maria Callas c’erano opere di Donizetti, Bellini, Rossini, Verdi, Puccini e Wagner.

Nel 1969, il regista italiano Pier Paolo Pasolini scelse la Callas nel suo unico ruolo di attrice non operistica, come personaggio mitologico di Medea.

 

N°31: Chi costruì il Partenone nell’Acropoli di Atene?

  1. Fidia, Ictino e Callicrate
  2. Pericle, Cimone, Temistocle
  3. Aristotele, Platone, Sofocle
  4. Senofonte, Pausania, Tucidide

La maggior parte dei templi principali, incluso il Partenone, furono ricostruiti per ordine di Pericle durante la cosiddetta età dell’oro di Atene (460-430 a.C.). La ricostruzione fu affidata a Fidia, uno scultore ateniese, e a Ictino e Callicrate, due famosi architetti.

 

N°32: Cos’è la Vittoria alata di Samotracia?

  1. Una famosa signora di Samotracia
  2. Un dipinto greco antico
  3. Una statua greca antica
  4. Una Musa greca della mitologia

La Vittoria alata di Samotracia, chiamata anche Nike di Samotracia, è una scultura ellenistica in marmo di Nike (la Dea greca della vittoria), creata intorno al II secolo a.C. . Dal 1884 è esposta al Louvre ed è una delle sculture più celebri al mondo. La scultura fa parte di un piccolo numero di grandi statue ellenistiche sopravvissute in originale, piuttosto che in copie romane; solo l’ala destra della Vittoria alata non è originale ed è stata aggiunta rispecchiando l’ala sinistra. La statua è alta 244 centimetri, è stata creata non solo per onorare la dea Nike, ma probabilmente anche per commemorare un’azione navale.

 

N°33: Da dove viene la parola “musica”?

  1. Dal greco antico mélos
  2. Dal greco antico métron
  3. Dal greco antico moûsa
  4. Dalla parola museo

La parola musica deriva dalle Muse, (Greco antico: Μοῦσαι, Moũsai, Greco moderno: Μούσες) figlie di Zeus e Mnemosine (cioè “Memoria” personificata), che erano come la personificazione della conoscenza e delle arti, soprattutto poesia, letteratura, danza e musica.

La parola “musa” può riferirsi in generale a chiunque o qualsiasi cosa che ispiri un artista, un musicista o uno scrittore.

 

N°34: Cos’è una tragedia greca?

  1. Uno stile musicale
  2. Una forma di teatro
  3. Una forma di gara di ballo
  4. Una forma di poesia

La tragedia greca è una forma di teatro dell’antica Grecia e dell’Anatolia. Ha raggiunto la sua forma più significativa ad Atene nel V secolo a.C., e le sue opere sono talvolta chiamate tragedie attiche. Si ritiene che la tragedia greca sia un’estensione dei riti antichi eseguiti in onore di Dioniso, e che abbia influenzato fortemente il teatro dell’antica Roma e del Rinascimento. Le trame tragiche erano più spesso basate su miti della tradizione orale delle epopee arcaiche. Nel teatro tragico, invece, queste narrazioni erano presentate da attori. I tragici più acclamati sono Eschilo, Sofocle ed Euripide.

 

N°35: Itaca è un’isola greca e la città natale dell’eroe Odisseo. Ma Itaca è anche il titolo di una poesia? Chi è il poeta?

  1. Agelos Sikelianos
  2. Konstantinos Kavafis
  3. Giorgos Seferis
  4. Kostis Palamas

Konstantinos Kavafis (1863-1933) era un poeta, giornalista e funzionario pubblico greco-egiziano. Il suo stile consapevolmente individuale gli valse un posto tra le figure più importanti non solo nella poesia greca, ma anche nella poesia occidentale. Kavafis scrisse 155 poesie. La poesia inizia: “Quando partirai per Itaca, augura che la strada sia lunga, piena di avventura, piena di conoscenza…”. Il viaggiatore dovrebbe partire con speranza, e alla fine scoprire che Itaca non ha più ricchezze da dargli, ma “Itaca ti ha dato il meraviglioso viaggio”.

 

N°36: Quale compositore greco ha vinto l’Oscar per la migliore colonna sonora originale per il film “Momenti di gloria” (Chariots of fire)?

  1. Demis Roussos
  2. Georges Moustaki
  3. c. Vangelis Papathanassiou
  4. Manos Hatzidakis

Spiegazione della risposta corretta: Vangelis Papathanassiou, meglio conosciuto come Vangelis, è nato in Grecia nel 1943. Avendo avuto una carriera musicale di oltre 50 anni e avendo composto ed eseguito più di 50 album, Vangelis è considerato una delle figure più importanti nella storia della musica elettronica, progressiva e orchestrale. Nel 1981 ha vinto l’Academy Award per la migliore colonna sonora originale.  Ha inoltre composto partiture per i film Blade Runner, Missing, Antartica, The Bounty, 1492: Conquista del Paradiso e Alexander.

 

N°37: Quante opere musicali ha prodotto Mozart?

  1. 784
  2. 626
  3. 359
  4. 41

    Wolfgang Amadeus Mozart era un prolifico compositore classico nato in Austria. Anche se è morto all’età di 35 anni, ha prodotto 626 brani musicali. Le sue opere più importanti sono: opera, concerto per pianoforte, sonata per pianoforte, sinfonia, quartetto d’archi e quintetto d’archi. Mozart scrisse anche molti pezzi per pianoforte solo, altre forme di musica da camera, messe e altre musiche religiose, musica massonica, e numerose danze, marce, divertimenti, serenate.

     

    N°38: Cos’è il Funghetto?

    1. Una sinfonia
    2. Uno strumento musicale
    3. Un soprannome
    4. Un museo

    Il compositore austriaco Franz Schubert, uno dei più grandi parolieri della musica, fu soprannominato dagli amici Schwammerl (Funghetto) perché era alto appena un metro e mezzo e le foto contemporanee lo mostrano con il naso schiacciato e paffuto e gli occhi sensibili, che sbirciano da dietro gli occhiali spessi.

     

    N°39 Cos’è lo Yodel?

    1. Un manufatto in legno
    2. Una danza popolare
    3. Uno sport di montagna
    4. Canto gutturale

    Lo yodel è un tipo di canto gutturale, sviluppato sulle Alpi, che comporta ripetuti e rapidi cambiamenti di intonazione tra il registro pettorale basso (o “voce pettorale”) e il registro di testa alto o falsetto. Lo yodel alpino ha una lunga tradizione rurale in Europa ed è diventato popolare negli anni Trenta del XIX secolo come intrattenimento nei teatri e nei music-hall. In Europa, lo yodel è ancora oggi una caratteristica importante della musica popolare (Volksmusik) della Svizzera, dell’Austria e della Germania meridionale e può essere ascoltato in molte canzoni popolari contemporanee, trasmesse anche regolarmente in televisione.

     

    N°40: Qual è stato il successo più popolare del famoso cantante austriaco Falco?

    1. Il Danubio Blu
    2. Rock me Amadeus
    3. Volo notturno
    4. Moonlight

    Il cantante austriaco più venduto di tutti i tempi è stato il musicista pop degli anni ’80 Falco. Il suo singolo Rock me Amadeus è in cima alle classifiche su entrambe le sponde dell’Atlantico. “Rock Me Amadeus” ha raggiunto il primo posto nelle classifiche di Billboard nel 1986, rendendo Falco l’unico artista di lingua tedesca ad aver raggiunto il primo posto negli Stati Uniti.

     

    N°41: Quali strumenti musicali suonava Beethoven?

    1. Pianoforte e violino
    2. Flauto e pianoforte
    3. Violoncello e violino
    4. Contrabbasso e clarinetto

    Ludwig van Beethoven era un compositore e un pianista. Ha lavorato nel periodo di transizione dal periodo classico all’epoca romantica. Si trasferì a Vienna all’età di 21 anni e fu riconosciuto come pianista virtuoso. Da ragazzo ha anche suonato il violino, soprattutto improvvisando. Ha studiato con l’insegnante di Mozart ed è conosciuto soprattutto per aver tradotto iL sentimento in musica

     

    N°42: Chi ha composto l’Inno della Gioia – l’inno dell’Europa?

    1. Johann Sebastian Bach
    2. Wolfgang Amadeus Mozart
    3. Ludwig van Beethoven
    4. Frederic Chopin

    L’Inno alla Gioia è l’inno adottato dal Consiglio d’Europa, dal 1972, per rappresentare l’Europa nel suo insieme. L’Unione Europea si ispira all’Inno alla Gioia tratto dal movimento finale della Nona Sinfonia di Beethoven, composta nel 1823. Friedrich Schiller scrisse il poema Alla Gioia nel 1785 come “celebrazione della fratellanza dell’uomo”. Il poema ha fornito le parole per la Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven del 1824.

     

    N°43: Chi era conosciuto come il Re di Walz?

    1. Franz Schubert
    2. Johann Strauss II
    3. Joseph Haydn
    4. Gustav Mahler

    Johann Strauss II, nato a Vienna nel 1825, divenne uno dei compositori più prolifici del paese, scrivendo oltre 500 opere. Fu particolarmente stimato per i suoi 150 valzer che gli valsero il soprannome di Re del Valzer.

     

    N°44: L’Incantatrice cieca (the Blind Enchantress) si riferisce a …

    1. Un’opera
    2. Una sinfonia
    3. Uno strumento musicale
    4. Un compositore

    Maria Teresa di Paradiso era una pianista austriaca – compositrice ed esecutrice che ha fatto il giro dell’Europa nel XVII e XVIII secolo. Perse la vista quando aveva 3 anni, per questo il Times di Londra la chiamò contemporaneamente “l’Incantatrice cieca”. Conosceva Mozart e Haydn, che avrebbe composto per lei. Faceva parte dei circoli musicali più influenti – la Scuola Viennese.

     

    N°45: Quanti anni aveva Mozart quando scrisse la sua prima sinfonia?

    1. 5
    2. 10
    3. 13
    4. 8
    5. 16

    Mozart scrisse la sua prima sinfonia quando aveva solo 8 anni. Ha iniziato la sua formazione all’età di 5 anni e a quell’età sapeva suonare il clarinetto. A 7 anni iniziò la sua grande tournée di esecuzioni con i suoi genitori.

     

    N°46: Dove si può vedere il famoso dipinto Il bacio?

    1. Il Louvre (Francia)
    2. Museo del Prado (Spagna)
    3. Museo Reina Sofia (Spagna)
    4. Palazzo Belvedere (Austria)

    Il Bacio è l’opera più popolare dell’artista austriaco Gustav Klimt. Egli dipinse nel 1907 e attira migliaia di visitatori a Vienna. Il dipinto raffigura una coppia che si abbraccia, i loro corpi intrecciati in elaborate e bellissime vesti. Il dipinto fu considerato scandaloso all’inizio del XX secolo. Nonostante le proteste del pubblico, il bacio fu venduto, prima che l’artista lo finisse completamente, al museo del Belvedere.

     

    N°47: Dove si può visitare un Museo dello Spazzacamino?

    1. Praga
    2. Salisburgo
    3. Amburgo
    4. Vienna

    Il Rauchfangkehrermuseum è un museo dei camini di Vienna, dove i visitatori possono vedere un’interessante mostra sulla storia degli spazzacamini viennesi di oltre cinquecento anni. La mostra racconta la storia della professione di spazzacamino e dei suoi compiti all’epoca. I visitatori possono vedere una collezione di molti cimeli degli spazzacamini.

     

    N°48: In quale film si può vedere La quercia austriaca?

    1. Il suono della musica
    2. Terminator
    3. Sissi
    4. L’insegnante di pianoforte

    Uno degli austriaci più conosciuti al mondo è Arnold Schwarzenegger, che ha recitato, tra gli altri, nella serie di film d’azione Terminator. Ha iniziato la sua carriera come bodybuilder e durante questi giorni è stato soprannominato la Quercia austriaca. Più tardi divenne governatore della California dal 2003-2010.

     

    N°49: Chi è Amália Rodrigues?

    1. Un politico portoghese del XXI secolo
    2. La prima donna che vota in Portogallo
    3. Un cantante Fado portoghese
    4. Uno scrittore portoghese

    Amália Rodrigues è stata una delle più importanti e conosciute cantanti portoghesi di Fado del XX secolo, che ha fatto anche alcune performance come attrice. Amália è diventata nota in tutto il mondo come la Regina del Fado e ha avuto un ruolo cruciale nella promozione della cultura portoghese, in particolare del Fado. Amália era anche importante per promuovere la letteratura portoghese cantando poesie di noti poeti portoghesi in Fado.

    Fonte digitale: https://www.museudofado.pt/en/fado/persolanity/amalia-rodrigues-en e http://amaliarodrigues.pt/

    Esperienza completa: https://www.youtube.com/channel/UC8CgXY0aUdnfMyBFnCUyUtQ 

     

    N°50: Quale strumento suonava il musicista portoghese Carlos Paredes?

    1. Chitarra portoghese
    2. Tamburo tradizionale
    3. Flauto
    4. Hornpipe

    Carlos Paredes era un virtuoso chitarrista e compositore portoghese. Carlos Paredes ha iniziato a suonare la chitarra portoghese all’età di quattro anni e ha iniziato la sua carriera musicale all’età di undici anni. Si è esibito con molti altri artisti tra cui Charlie Haden e ha anche scritto composizioni per la cantante di Fado Amália Rodrigues. Era un esperto che suonava la chitarra portoghese – una citterna a forma di pera con dodici corde di filo, unica in Portogallo – considerata molto difficile da suonare.

    Fonte digitale: https://en.wikipedia.org/wiki/Carlos_Paredes e https://www.museudofado.pt/en/fado/persolanity/carlos-paredes-en 

    Esperienza completa: https://www.youtube.com/watch?v=b_iaItjC72M 

     

    N°51: Cos’è un Cavaquinho?

    1. Un dolce tradizionale portoghese
    2. Una festa tradizionale in Portogallo
    3. Uno strumento tradizionale del Portogallo
    4. Un costume tradizionale portoghese

    Il Cavaquinho è uno strumento a corda del Minho, una regione del nord del Portogallo, da dove è stato poi portato in altri paesi come Brasile, Capo Verde, Mozambico, Hawaii e Madeira. Infatti, lo strumento conosciuto in tutto il mondo dalle Hawaii – l’Ukulele – discende dal portoghese Cavaquinho.

    Fonte digitale: https://casadaguitarra.pt/en/categorias_produto/cavaquinhos-familia/

    Esperienza completa: https://www.youtube.com/user/juliopereiravideo

     

    N°52: In quale anno il Fado – canzone popolare urbana portoghese – è stato considerato dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità?

    1. 2005
    2. 2007
    3. 2009
    4. 2011

    Il Fado è una canzone popolare urbana portoghese che si può far risalire al 1820 a Lisbona, in Portogallo, ma probabilmente ha origini molto più antiche. Le canzoni di Fado sono solitamente eseguite da un cantante solista, maschio o femmina, tradizionalmente accompagnato da una chitarra acustica a filo e dalla chitarra portoghese.

    Fonte digitale: https://ich.unesco.org/en/RL/fado-urban-popular-song-of-portugal-00563 e https://youtu.be/JxYZz7rwJag

    Esperienza completa: https://www.youtube.com/watch?v=_z2LIVaTcUE

     

    N°53: “Amar pelos Dois” è il titolo di…

    1. Un libro portoghese su Lisbona dal 2015
    2. Un documentario del 2018 sulla musica portoghese
    3. Una musica portoghese che ha vinto l’Eurovisione 2017
    4. Un dipinto di un famoso pittore portoghese del 2016

    “Amor pelos Dois” è il titolo di una canzone del cantante portoghese Salvador Sobral che ha rappresentato il Portogallo e ha vinto l’Eurovisione 2017 a Kiev, Ucraina. La canzone ha avuto un tale impatto che diverse persone da tutto il mondo hanno fatto le loro versioni, in lingua nazionale o portoghese.

    Fonte digitale: https://en.wikipedia.org/wiki/Amar_pelos_dois

    Esperienza completa: https://youtu.be/Qotooj7ODCM 

     

    N°54: In quale città portoghese si trova il Museo dei Cordofoni?

    1. Porto
    2. Guimarães
    3. Braga
    4. Viana do Castelo

    Il museo è stato costruito da un artigiano locale, Domingos Machado, che mentre lavorava per i più grandi collezionisti del Portogallo e di tutta Europa, ha deciso di creare la propria collezione. Il museo ha sede a Braga e possiede una collezione di oltre ottanta strumenti cordofoni, dal medioevo, al barocco fino ai giorni nostri.

    Fonte digitale: http://museudecordofones.pt/en/ 

    Esperienza completa: https://youtu.be/1fRfklF39hM

     

    N°55: Chi è Álvaro Siza Vieira?

    1. Un architetto portoghese
    2. Un politico portoghese
    3. Un attore portoghese
    4. Tutte le risposte sono corrette

    Álvaro Siza Vieira è un architetto ed educatore di architettura portoghese, conosciuto a livello internazionale. Ha progettato diversi edifici in diversi paesi (Portogallo, Cina, Stati Uniti d’America, Taiwan, Capo Verde, Islanda, Spagna, tra gli altri) e ha ricevuto diversi premi internazionali, tra cui: Premio Pritzker (1992), Medaglia d’oro reale (2009), Medaglia d’oro UIA (2011), Leone d’oro alla carriera (2012), Premio Nazionale di Architettura della Spagna (2019).

    Fonte digitale: https://en.wikipedia.org/wiki/%C3%81lvaro_Siza_Vieira

    Esperienza completa: https://www.pinterest.pt/jossantabarbara/siza-vieira/ 

     

    N°56: Quale oggetto ha usato la scultrice portoghese Joana Vasconcelos, per fare la pantofola di Cenerentola (2017)?

    1. Forchette
    2. Tazze
    3. Vasi
    4. Traversine

    Joana Vasconcelos è una scultrice portoghese nota per l’uso di materiali originali e diversi per costruire i suoi scultori, che di solito richiede l’impegno di diversi esperti di diversi settori. La pantofola di Cenerentola è fatta di vasi prodotti in Portogallo.

    Fonte digitale: http://joanavasconcelos.com/info_en.aspx?oid=625

    Esperienza completa: http://www.joanavasconcelos.com/obras.aspx 

     

    N°57: Qual è il museo pubblico più antico del Portogallo?

    1. Museo Nazionale dei Carrozzieri
    2. Museo Nazionale d’Arte Antica
    3. Museo Soares dos Reis
    4. Museo Serralves

    Il Museo Soares dos Reis (Museu Soares dos Reis) di Porto è stato il primo museo pubblico del paese. Fondato nel 1833 sotto l’egida del Liberalismo, fu creato per ricevere i beni confiscati dei monasteri disciolti sia di Porto che di S. Martinho de Tibães e Santa Cruz de Coimbra nella sua sede episcopale.

    Fonte digitale: http://www.museusoaresdosreis.gov.pt/en-GB/history/HighlightList.aspx

    Esperienza completa: https://youtu.be/Z-wsVF7YSdA

     

    N°58: La pittrice portoghese, Maria Helena Vieira da Silva, aveva una doppia nazionalità: portoghese e…

    1. Italiana
    2. Francese
    3. Inglese
    4. Svizzera

    Maria Helena Vieira da Silva si stabilì a Parigi come pittrice, dove incontrò suo marito Arpad Szenes. Divenne una delle artiste astratte più acclamate nell’Europa del dopoguerra, grazie alle sue originali composizioni geometriche. Dopo un periodo di esilio in Brasile durante la seconda guerra mondiale, le fu data la nazionalità francese.

    Fonte digitale ed esperienza completa: https://gulbenkian.pt/museu/en/artist/maria-helena-vieira-da-silva-2/

     

    N°59: Qual è il segno più distintivo della cultura portoghese?

    1. Piastrelle
    2. Mattone
    3. Bicchieri di cristallo
    4. Tegole

    La piastrella è uno dei segni più distintivi della cultura portoghese. Molti degli edifici e degli spazi pubblici sono ornati e completati con piastrelle e molte volte illustrano la storia portoghese. C’è una grande industria di produzione di piastrelle in Portogallo dal 15° secolo.

    Fonte digitale: https://www.cityguidelisbon.com/article/portuguese-tiles/

    Esperienza completa: https://www.pinterest.pt/jimmysooze/portuguese-tiles/

     

    N°60: La filigrana è un’arte manuale utilizzata nel settore tradizionale portoghese:

    1. Calzature
    2. Gioielli
    3. Costume
    4. Ceramica

    La filigrana è un’arte manuale che richiede un’incommensurabile competenza per lavorare i minuscoli fili d’oro o d’argento che vengono intrecciati e saldati per comporre ogni gioiello. La filigrana portoghese è riconosciuta in tutto il mondo per la sua qualità.

    Fonte digitale: https://www.tradicaoportuguesa.pt/filigrana-portuguesa/ 

    Esperienza completa: https://youtu.be/kuOrka7DjXM